Skip links

Pop

Cecilia

Facebook Instagram Youtube Website

Cecilia è una vera e propria enfant prodige: all’età di 5 anni rimane affascinata da un’arpa vista in TV. Qualche anno dopo riceve in dono lo strumento tanto desiderato e nel 1999 viene ammessa al Conservatorio di Torino. Si dimostra una studentessa ribelle, ma talentuosa e curiosa: coltiva il gusto per la sperimentazione, cercando di slegare l’arpa dall’immagine classica ad essa associata. All’età di 15 anni entra come corista nell’orchestra diretta dal jazzista Furio di Castri e scopre la passione per il canto, oltre ad un talento innato. Terminati gli studi, inizia un nuovo viaggio: Cecilia si trasferisce a Los Angeles, scopre cosa significa essere una busker (musicista di strada) e incontra il regista Cristopher Fuelling che la coinvolge nello spettacolo “Manifest your avatar”. Pochi mesi dopo si imbarca con la sua arpa su una nave da crociera tra l’India e la Cina, tra il Mediterraneo e la Penisola Arabica, arricchendosi di volti e storie. Cecilia scrive la sua prima canzone, “Winter guest”, che racconta una delle sue tante esperienze di viaggio.
Torna a Torino nel 2013 e tra il busking e i piccoli locali inizia a farsi conoscere in città come musicista e cantante.
È il 2014 e grazie all’incontro con il produttore Raffaele “Neda”D’Anello – MeatBeat Studio – scopre l’elettronica e con essa nuove possibilità espressive, sia strumentali che vocali. L’arpa inaspettatamente pop diventa il punto di partenza per raccontarsi e raccontare ciò che ha intorno. Pubblica nel 2015 il suo primo disco da cantautrice, “Guest”. 11 tracce scritte e interpretate interamente da lei.
Live e riconoscimenti
Prima della pubblicazione di “Guest”, Cecilia inizia un’intensa attività live che nel 2014 l’ha portata a tenere oltre 40 concerti in giro per l’Italia, tra cui gli opening dei live di Levante e Marta sui Tubi e numerose manifestazioni di livello nazionale come il concerto per i 20 anni di Emergency a Roma, l’inaugurazione della 29a edizione del Torino Gay and Lesbian Film Festival, il Gerundium Festival di Bergamo e Microcosmi Festival di Comerio (Va) diretto da Vittorio Cosma.
Un progetto quello di Cecilia di ampio respiro che la porta nel 2015 a due collaborazioni internazionali: firma il tema musicale di “6Bianca”, il primo serial teatrale italiano, prodotto dal Teatro Stabile di Torino e Scuola Holden, scritto da Stephen Amidon (autore de “Il Capitale umano” da cui Paolo Virzì ha tratto l’omonimo film in corsa per la candidatura all’Oscar 2015) per la regia di Serena Sinigaglia, e si esibisce in Danimarca con il proprio repertorio di inediti insieme alla compagnia Cantabile2, nello spettacolo “Ord mellem rum” (The space between two words).
Il 2015 continua con importanti esperienze live: Niccolò Fabi la sceglie come opening ufficiale del suo tour estivo con il GnuQuartet, torna in Danimarca come ospite del Waves Festival condivide il palco con CocoRosie (Carroponte, Milano), Maria Gadu (Suoni di marca, Treviso), Francesco De Gregori, Cristina Donà e molti altri.
Il 2016 si apre con un nuovo tour per la prima volta accompagnata da un musicista che cura dal vivo tutta la componente elettronica permettendo così a Cecilia di concentrarsi su arpa e voce.
A marzo 2016 grazie al progetto artistico Kahbum- La serie conosce Carlot-ta, giovane cantautrice vercellese, con cui inizia una collaborazione artistica tutt’oggi attiva con il progetto “DoppelGanger”.
Nel 2017 scrive il tema dello spettacolo Misterios Antigos della compagnia americana Teatro Korazon, partecipando lei stessa alla performance artistica tenutasi ad Agueda, in Portogallo: da lì parte per un tour Nord Europeo che inizia da Tallinn e per il Nord Europa passando per la Svezia, la Norvegia, la Finlandia e l’Estonia.
Il 2018 si apre con la prestigiosa partecipazione al Festival di Sanremo al fianco di Max Gazzè, che farà conoscere al grande pubblico il fascino e la grazia di un’artista eclettica come Cecilia.

Cecilia Harp

Arpa e Voce